I professionisti delle arti terapie hanno piu’ voce

Nell’Aprile 2017 si costituisce l’Associazione Professionale A.I.A.T.A. (Associazione Italiana ArteTerapeuti Antroposofici) con 6 Soci fondatori di cui 3 provenienti dall’ente di formazione Stella Maris di Bologna e 3 dall’ente di formazione Scuola di Luca di Firenze ai quali si aggiungono 2 componenti del Comitato Tecnico Scientifico, uno proveniente da Stella Maris ed uno proveniente dalla Scuola di Luca. Entrambe le scuole fanno formazione di base nella tecnica dell’acquarello secondo “L’essenza dei colori” di Rudolf Steiner. Stella Maris e Scuola di Luca sono membri dell’European Academy for Anthroposophical Art Therapies (EA), sono riconosciute dalla Sezione Medica della Scuola di Scienze Spirituali del Goetheanum di Dornach (Svizzera) dalla quale i propri allievi ricevono la Certificazione al termine della formazione quadriennale; sono altresì riconosciute dalla Società Italiana di Medicina Antroposofica (S.I.M.A.), ed entrambe sono iscritte nei Registri degli Enti Formativi della SIAF ITALIA.

La sede sociale di AIATA è a Bologna in Via Saffi 30.

L’Associazione muove i primi passi con la 1°Assemmblea nel gennaio 2018 dove viene presentato il testo unico comprendente statuto, regolamenti, codice deontologico e dove viene espressa l’importanza di vari concetti tra cui la formazione permanente e la condotta professionale degli associati; in detta occasione si consolidano N. 28 iscritti a Socio aventi i titoli ed altri in procinto di acquisirli. Viene richiesta l’iscrizione al registro degli ArtiTerapeuti di SIAF ITALIA e la certificazione dell’Accademia Europea (EA).

Poiché le normative europee impongono alle Associazioni Professionali di attivare lo sportello di riferimento per il cittadino consumatore, l’ottemperamento è raggiunto con la collaborazione di SIAF ITALIA che provvede per i propri iscritti. Inoltre SIAF ITALIA è convenzionata con ACCREDIA/KIWA CERMET ITALIA che risponde alle esigenze di coloro che vogliono certificare la loro professione.

Nell’organigramma dell’Associazione è previsto anche un Comitato Tecnico Scientifico che si occupa della produzione e pianificazione degli aggiornamenti necessari ai Soci per l’acquisizione degli ECP (150 in 3 anni) in grado di consentire l’alto contenuto qualitativo della professione.

Sin dal 2013, quando finalmente le professioni non regolamentate hanno ottenuto anche dallo Stato Italiano un riconoscimento importante con la legge 4 del 14/1/2013 dopo 30 anni di attese, si è sentita l’esigenza di raggruppare in un registro professionale gli artiterapeuti provenienti dai vari settori, uniformati ai requisiti di conoscenza, abilità e competenza previsti dalla Norma Italiana UNI 11592, con rispetto per la specificità dell’orientamento di provenienza. Da un lato tutto ciò ha portato ad un miglioramento del livello professionale degli addetti e dall’altro ha fornito un’ampia protezione agli utenti utilizzatori dei servizi.

A.I.A.T.A. accoglie i diversi profili professionali delle Arti Terapie: arte plastico pittorica visiva, coreutica, musicale, teatrale, drammatica, euritmica.

La costituzione di A.I.A.T.A., pur adeguandosi alle normative giuridiche Italiane, nasce dall’esigenza di far parte dal circuito antroposofico internazionale lavorando in accordo con le direttive dell’Accademia Europea (European Academy for Anthroposophical Art Therapies) ed è in atto la procedura di iscrizione ad IFAAET (International Federation of Anthroposophic Art & Eurythmy Therapies) che è una federazione internazionale, creata nel 2011 per rappresentare le terapie artistiche e euritmiche in materia di interessi politici e legali.